Ricetta Dulce de Leche

dulche-de-leche
Buongiorno a tutti!
Quella che vi presento oggi è una ricetta famosissima di origine sudamericana: il Dulce de Leche. E’ una sorta di crema spalmabile a base di latte e zucchero.
Di cosa sa? di caramella mou!
E’ buono? Assolutamente si!
Come si usa? ovviamente si può spalmare direttamente sul pane, mangiarla con il cucchiaino direttamente dal barattolo oppure può essere utilizzata per completare delle ricette (es: ripieno di biscotti, topping della cheesecake, nei brownies, ecc…)

Si può fare in due modi diversi: con latte e zucchero e due ore di tempo oppure con il latte condensato.
Partiamo dal presupposto che detesto il latte condensato :)) Sì lo so, non mi piace la crema al burro, il latte condensato… che noiosa che sono! :) Però è troppo dolce, non riesco a mangiarlo, è più forte di me. Ho provato a metterlo in due ricette e ho sempre dovuto buttare tutto perché era troppo dolce.
Quindi ho scelto l’altra opzione, ovvero quella in cui si fa cuocere il latte zuccherato per due ore girando di tanto in tanto perché, miracolo, non si attacca!!!
Ultima cosa… ho utilizzato il latte parzialmente scremato per farne una versione più leggera e devo dire che non mi sono per niente pentita, è veramente molto buono e decisamente più leggero rispetto al latte intero.
Nel week-end mi metto ai fornelli e trovo qualche ricettina per utilizzarlo :)
Buon fine settimana!
Ricetta Dulce de Leche 
1 litro di latte parzialmente scremato
1 punta di vaniglia (pochissimi semini di bacca di vaniglia)
270g zucchero
1 cucchiaino di bicarbonato (anche con il lievito ho avuto dei risultati fantastici, anzi, ancora di più!)
{Piccola premessa: è una preparazione facilissima, dovete solo avere un po’ di pazienza. Mettetevi in cucina con un libro, con il computer o con quello che volete e girate ogni 5 minuti la preparazione… tutto lì. Più facile di così… :) }

Portare a bollore il latte con la vaniglia, poi aggiungere lo zucchero e il bicarbonato e lasciar cuocere a fuoco medio per circa 2 ore.

Nella prima ora non noterete quasi alcun cambiamento di colore, anzi è quasi snervante non vedere nessun cambiamento perché pensi di aver sbagliato tutto, invece non demoralizzatevi e vedrete che nell’ora seguente piano piano il colore cambierà e arriverà negli ultimi minuti l’atteso color mou :)
Per capire quando è pronta la crema c’è un unico metodo che pare sia infallibile (con me ha funzionato): girare con il cucchiaio di legno la preparazione, quando vediamo il fondo della pentola vuol dire che è abbastanza denso e quindi quasi pronto. Da questo momento lasciate cuocere almeno altri cinque minuti.
Poi spegnete dal fuoco e rovesciate subito il dolce nel barattolo, negli stampini o in quello che volete. L’importante è farlo subito perché poi si solidifica e diventa più difficile.
Con un litro di latte mi sono venuti fuori i due barattoli della foto :)

122 commenti

  1. La Femme du Chef   •  

    A volte ritornano…il dulce de leche mi “insegue” da un po’, non l’ho mai mangiato e quindi mai preparato ma mi incuriosisce non poco!

    Appena ho due ore di tempo mi lancio nell’esperimento (anche io dico NO al latte condensato ;)

    • poi guarda è davvero semplice, non è che devi stare due ore lì a guardarlo… io intanto lavoravo in santa pace :)
      Diciamo tutti no al latte condensato :))

    • Elisa Pavan   •  

      però il latte condensato è buonissimo!! e per altre cose la sua funzione la fa alla grande..

  2. La Cucina Spontanea   •  

    Io adoro il dulce de leche!! Adoro mangiarlo a cucchiaiate, però anche insieme ad altre cose..qualche giorno fa l’ho provato con i muffin di farina di castagne, SUPERBO! Marta

  3. Francesca   •  

    ohhhh..questa farebbe la felicità di Danilo ma mi spaventa troppo la preparazione :-((( Posso farcela????

    • ma scherzi Franci? è facilissima! impossibile sbagliare, devi solo girare ogni 5 minuti più o meno, ma tu ti metti bella bella in cucina con il portatile, ogni tanto gira e si fa da sola. E’ la preparazione più semplice che esista :)

  4. Mariabianca   •  

    Complimenti,conosco bene questa preparazione ed è assolutamente fantastica.

  5. Anonymous   •  

    Sounds delicoious!

    Jex

  6. Sonia M   •  

    Proverò entrambe le versioni solo ed esclusivamente perchè ho comprato un barattolino di latte condensato senza avere la minima idea di che cosa farci O.o la tua versione latte e zucchero mi piace mooooolto di più ^_^ son curiosa di vedere come lo utilizzi, forchettina pronta all’assaggio.
    Un abbraccione
    Sonia

  7. SNotes   •  

    Adoro il dulce de leche e dalla tua foto (bellissima ovviamente) sembra ottimo!! Purtroppo la pazienza in cucina non mi accompagna, ma se hai bisogno di cavie io mi offro volontaria :D

  8. Elvira Coot   •  

    Io non sono una grande amante del caramello ma durante il mio soggiorno in Sud America ho imparato ad amare questo dolce, per cui sarò ben felice di replicarlo! :)
    Se ti interessa ti ho lasciato un pensierino sul mio blog :) Un abbraccio

  9. Erika   •  

    Ciao Monica :)
    Lo faccio spesso anch’io e lo divoro sempre a cucchiaiate :P
    A presto

  10. lo81   •  

    uhhhh il dulce de leche…che bontà! Io l’ho comprato già pronto una volta, ma voglio provare a farlo a casa, sono curiosa di vedere (e assaggiare) come viene!

  11. Pentole di cristallo   •  

    Mi incuriosisce, mai mangiato…ma ho anche letto che si può preparare con il miele..confermi??

  12. donatella   •  

    Monica, non ci siamo… intanto anche io detesto il latte condensato, e poi amo il dulce de leche… porca miseria, mi piace troppo… che bello, avrei proprio voglia dif ar fuori quel bel barattolino (e ne sarei capacissima!!!)..
    attendo con ansia il post in cui mostrerai come l’hai utilizzato… sono curiosa!

  13. Sabrina   •  

    Il primo dolce a fuoco lento e che dolce! Lo adoro. Peccato che quando apro il barattolo lo finisco in due minuti….:))
    Grazie di cuore. Molto apprezzato.
    Sabrina

  14. Caia   •  

    buonissimo, quel vasetto è una vera tentazione!
    bacioni

  15. emme   •  

    sembra facile forse ce la fo anch’io.
    ciao ciao
    emme

  16. Love at first bite!   •  

    il dulche de lecheeee!!! lo cercavooo….sembra proprio essere perfetto il tuo! salvo! bacione

  17. Fra   •  

    Non assomiglia proprio a quello che ho fatto tempo fa…. mi sa che vado sul sicuro provando il tuo!!!
    Baci baci

  18. silvia   •  

    Grazie, grazie! Mi piace tantissimo e non l’ho mai fatto. Ho provato le caramelle di latte, le ho regalate a Natale. Mi sono divertita a farle e a confezionarle. Proverò la tua ricetta. Subito.
    Ps se vuoi provare: ho trovato buonissima una torta fatta recentemente, in pratica era una torta di pan di spagna inzuppata di latte, panna, latte condensato. Il tutto ha riposato qualche ora e poi finito in un attimo…
    Silvia

    • silvia   •  

      …era solo un’idea per i tuoi esperimenti,non la trovi nel mio blog
      Silvia

    • silvia   •  

      …era solo un’idea per i tuoi esperimenti,non la trovi nel mio blog
      Silvia

    • aaaah ecco, in effetti non l’ho trovata! :)
      Ammetto che non mi piace proprio il latte condensato… dovrei trovare un altro metodo meno dolce, per me è troppo troppo :)

  19. il dulce de leche mi ricorda una persona che non c’è più, non l’h mai più mangiato a quando lui se ne andato, chissà magari lo potrei ritrovare anche li… scusa è messaggio triste, ma vederlo mi ha fatto venire un pò di malinconia…

    • Vale mi dispiace che ti abbia fatto venire malinconia, ma i ricordi legati alle ricette in realtà mi piacciono ancora di più… è un modo per ricordare anche questo :)
      un abbraccio

  20. Acquolina   •  

    mi tenta, nonl’ho mai preparato! dev’essere così goloso… :-)

  21. Scamorza Bianca   •  

    sai che, pur conoscendolo non l’ho mai preparato per la questione delle calorie… perchè è talmente buono che di sicuro nn riuscirei a staccarmi dal vasetto. Però, ora che mi dici ch ehai usato il latte parzialmente scremato mi sento meno in colpa a provarlo heheheheheheh!!! Buon we end!

  22. rossella   •  

    Un piccolo trucco per non girare ogni 5′ ma un po’ di meno: una biglia di vetro durante la cottura (da togliere alla fine)! Dai una girata e lei continua da sola per un bel po’…. Trucco della nonna argentina di marito argentino… ;-) però da noi guai a usare il latte parzialmente scremato! Solo intero, preselezionato da marito argentino, biologico e ad alto tenore di grasso.
    Su certe cosenon si transige… Vabbè…. ;-)

    • questo è un trucco bellissimo Rossella! Bisogna solo trovare la biglia di vetro adesso :)
      Eh lo so, ma per me è troppo pesante con il latte intero, è proprio una questione di gusto, probabilmente in un’altra vita ero uno stecchino! :D

  23. breakfast at lizzy's   •  

    Non ho mai provato a farlo per la lunga preparazione, ma tu la descrivi così bene che mi è proprio venuta voglia di provarci!!

    Siamo sulla stessa lunghezza d’onda, anche io non amo né il latte condensato né la crema al burro! :)
    Bacio

  24. Anonymous   •  

    L’ho fatto ieri sera, rimane molto morbido! Non so se è venuto così morbido per il latte parzialmente scremato o per la cottura giusta ma in ogni caso è perfetto! Ne avevo fatto un altro ed era diventato durissimo! Grazie della ricetta, precisa come sempre! I tuoi biscotti al cioccolato ancora me li chiede tutta la famiglia!

  25. Mopo   •  

    Ciao Monica!
    Ero alla ricerca di consigli per la Food Photography e mi sono imbattuta nel tuo blog.
    Molto belle le tue foto e le ricette.
    Mi aggiungo volentieri alle tue follower per esser aggiornata delle novità!
    Un caro saluto
    Mopo

  26. [email protected]   •  

    hai mai provato la ricetta di Sigrid del libro regali golosi? lei ci metteva la panna(se non ricordo male, nel caso prometto una errata corrige) e viene una vera delizia, io l’ho cucinata e mangiata nel periodo di Natale…
    Buon Weekend e un bacio

    • quello con la panna è il toffee! non è che cambi poi così tanto eh? Più o meno è la stessa cosa, ma qui siamo ancora più leggeri, poche calorie e tanta felicità! ahah!

  27. Patrizia   •  

    Non conoscevo affatto questo modo di fare il dulce de leche, ma conoscevo solo quello con il latte condensato…Lo provo!! Un bacione e buon fine settimana!!

  28. Violly   •  

    Direi che ti è venuto benissimo!!! Se passi da me c’è un cadeaux per te

  29. Ilaria   •  

    Ho sempre sentito dire da tutti che il dulce de leche sia buonissimo, ma non ho mai avuto l’occasione di assaggiarlo finora. Quasi quasi me lo preparo seguendo la tua ricetta…

  30. [email protected]   •  

    ahahaha mi hai convinta a provarla.. ne ho sempre sentito parlare ma grazie al tuo post ora so come prepararla! un bacione buon weekend!

  31. Le mezze stagioni   •  

    Ne ho sentito parlare…e sempre in positivo!!! :) Da provare! Buon fine settimana :)

  32. LaFataGolosa   •  

    ciao, conosco bene questo dolce, me l’ha preparato un’amica brasiliana.
    io invece preferisco la versione francese, molto, ma mooolto più buona!
    prima o poi la posterò… in questo momento sono un tantino presa!
    i francesi al posto del latte usano burro salato e panna acida, e cuociono nel paiolo di rame.
    ne vien fuori una cremina da dipendenza, credimi!!!
    baciotti

  33. speedy70   •  

    Lo faccio pure io, ma non metto il bocarbonato; la prossima volta provo, grazie MOnica!!!!!

  34. Wow Monica, l’ho assaporata sul mio libro di ricette colombiane… ma solo rivederla qui da te mi ha dato la spinta per dire: dulce de leche, devi essere mia :)

    Tiziana

  35. E’ superdelizioso! Non l’ho mai preparato, lo compero già fatto e il colore è chiaro, come il tuo. Lo spalmo sulle gallette di riso (o riso e mais) e ci sta benissimo! Mi sa che devo provare a farlo pure io!!

    • esatto, viene proprio chiaro come quello che si compra al supermercato già pronto! e rimane bello morbido anche a distanza di giorni :)
      Fammi sapere se lo provi :)

    • Ciao Monica, si certo e se lo posto ti cito :-)
      l’avevo scoperto tanti anni fa, assaggiato da un barattolo proveniente dall’Argentina ed era deliziosissimo. Solo da pochi anni è apparso anche da noi. Lo preferisco alla nutella!

  36. sabina   •  

    Che meraviglia e come sempre foto pazzesche. Una mia conoscente brasiliana me l’ha riportato una volta dal Brasile ma sono certa che la tua versione home-made sia di gran lunga più buona. Non sapevo come utilizzarlo e l’ho regalato a mio fratello che andava matto per le cose dolci, dolcissime. Se l’è spazzolato in pochissimo tempo, spalmato sul pane e a cucchiaiate….ti abbraccio

  37. Serenella   •  

    l’ho trovato e l’ho fatto stasera stesso..il gusto è ottimo ma era denso già ad 1h e 1/2 che ho avuto paura si bruciasse,quindi l’ho tolto prima dal fuoco. ho fatto male??
    altra domanda: ho visto che l’hai usato sui brownies (boooooooooooniiiiiii) ma come hai fatto a stenderlo???????
    complimentissimi!!! ormai sei una delle mie pagine preferite!! a presto

    • eh purtroppo i tempi di cottura del gas sono sempre un po’ opinabili perché ovviamente non si può misurare con precisione, ma se era denso hai fatto bene a toglierlo :)

      Hai ragione non l’ho scritto! Bisogna scaldarlo leggermente e si scioglie per bene :)

      Grazie mille!! A presto!!! :*

    • Anonymous   •  

      scusate…ma se hai dovuto scaldarlo per poterlo stendere vuol dire che dovevi toglierlo un po prima…. la mia ricetta e simile a la tua ma… in proporzione famiglia numerosa…hahaaha!!! 3 litri di latte intero, 800 g. di zucchero, una bacca di vaniglia, “quasi” un cucchiaino di bicarbonato e come hai detto tu bisognarebbe toglierlo subito!!!! (Sergio).

    • Ciao Sergio, anche se metti la Nutella in frigo diventa un po’ più dura e poi va scaldata per poterla spalmare, è normale. Anche il burro…

  38. Federica   •  

    Sono molto soddisfatta del risultato, mi è uscito morbido e molto buono! Nel fine settimana proverò a capire come usarlo (prima di finirlo a cucchiaiate!!!!!!!!!)

  39. Pink Butterfly   •  

    Mi sono segnata la ricetta!!
    Non vedo l’ora di provarlo..wow!
    ciao
    Silvia

  40. Amanda   •  

    Ciao, Monica! Sono brasiliana e sono stata molto felice di vedere una ricetta che è cosi familiare per me in tuo sito. Provate il dulce de leche (doce de leite, come se dice in Brasile) com il formaggio, é troppo buono… Baci

  41. Kamikazooka   •  

    Una domanda: quanto si conserva il Dulce de leche? Devo tenerlo in frigo?
    Non l’ho mai assaggiato ma sembra buonissimo * * devo assolutamente provare a farlo.
    (ho appena mangiato l’ultimo dei biscotti che ho fatto ieri ispirandomi alla tua ricetta “The perfect biscuit”!)

  42. Kamikazooka   •  

    Fatto! Che buono * * grazie per la ricetta!
    Credo di aver tenuto il fuoco troppo alto perchè ci ha messo di meno (però ho anche dimezzato tutte le dosi) e si è un po’ sbruciacchiato sul fondo

  43. Anonymous   •  

    Scusami volevo fare una domanda.. quanti vasetti vengono con 1 litro di latte?? Grazie! :)

  44. Anonymous   •  

    io l’ho conosciuto grazie al mio ragazzo colombiano è non l’ho più abbandonato. proverò a farlo in casa perché un vasetto qui costa 4euro e passa.

  45. sabina   •  

    Monica cara questa ricetta l’avevo già provata quest’estate e ora te la rubo per partecipare ad un contest come accompagnamento ad un dolce. Ovviamente ti cito :)) E’ una ricetta infallibile!!!!! Quest’estate l’abbiamo preparata in un ristorante di Siena e l’abbiamo cotta sulla legna. Ci ha messo di più e il colore era scuro. Meglio il gas :)
    Ti abbraccio

  46. Tiziana Rimmaudo   •  

    Ciao, sono Tiziana , sono entrata nel mondo delle foodblogger solo da un paio di mesi e sono ancora stordita per quanto sia immenso e vario e straordinario. Ti ho trovata tramite twitter e wowwww che bel blog che hai , complimenti. Vorrei provare a fare il duce de leche e regalarlo a Natale, sai dirmi quanto si conserva? grazie e complimenti ancora

    • Ciao Tiziana, perdonami leggo tardissimo il tuo commento! Prima mi arrivavano le mail ora invece non mi arrivano più… chissà perché! Terrò d’occhio blogger!

  47. veleri   •  

    Ciao Monica,
    seguo sempre alla lettera le tue ricette e vengono alla perfezione. E’ da quando ho visto questa pubblicata che volevo farla e finalmente mi sono cimentata…. disastro! :(
    Ho tolto il tutto dopo un’ora e un quarto perché già fin troppo denso e color caramello. All’aspetto buonissimo, ma una volta messo nel barattolo di vetro e raffreddato: un cristallo di caramello.
    Dove avrò sbagliato? è un problema di fuoco? di pentola? non so proprio.

    voi altre che avete provato? il vostro è cremoso? io ho un blocco di pietra, proverò a metterlo al caldo per vedere se si riscioglie, altrimenti butterò il tutto insieme al vetro :(

    grazie mille in anticipo per i consigli ;)

    • Monica Papagna   •  

      Ciao Vale,
      sicuramente è cotto troppo, doveva stare di meno, ma dovresti poterlo recuperare facendolo sciogliere quando lo mangi. È già successo anche ad un’altra ragazza, poi l’ha rifatto e le è venuto bene.
      Purtroppo ognuno utilizza una fiamma diversa, è difficile stabilire un tempo. Comunque prova a scaldarlo, dovresti poterlo mangiare così :)

      • veleri   •  

        allora non demordo e ci riprovo, cerco di recuperare questo perche’ il sapore comunque era delizioso! forse con il tipo di padella che ho usato bastavano anche 50 minuti, chissa’.
        Ti faro’ sapere allora! Adesso guardo come utilizzarlo :)

        un abbraccio

        v

  48. Pamela   •  

    Quindi posso mettere un cucchiaino di lievito per dolci al posto del bicarbonato e una bustina di vanillina al posto della bacca?

  49. Pamela   •  

    Ah e il latte senza lattosio?

Rispondi a Pentole di cristallo Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>