Di buoni propositi, di diete e di sport

67430942

Lo sapete, il 2017 per me è stato l’anno in cui ho deciso di mettermi a dieta sul serio. Sono stati 365 giorni estremamente faticosi, ma ho perso 18 chili, ho ritrovato il sorriso e l’amore per me stessa.

Da dove ho iniziato?

Mi sono resa conto di essere completamente dipendente dallo zucchero e ho deciso di fare tre mesi di disintossicazione totale da tutti gli zuccheri. Che non vuol dire solo no allo zucchero bianco, ma anche no a sciroppo d’acero, zuccheri integrali o di cocco, dolcificanti, frutta e tutto quello che contiene zuccheri aggiunti (la salsa di soia, per esempio, di cui ero grande consumatrice, e molti altri prodotti confezionati).

Questi tre mesi di disintossicazione, oltre che a farmi perdere qualche chilo, mi sono serviti per ritrovare il piacere di mangiare alimenti non raffinati. Quando mangi troppo zucchero, succede che il palato è assuefatto dal sapore dolce e i cibi meno elaborati risultano cattivi, privi di sapore e di qualsivoglia appeal.

smoothie-bowl

Il cambio di alimentazione

Dopo questi tre mesi è stato tutto più semplice. I nuovi sapori mi piacevano, non desideravo più dolci in continuazione e ho cambiato completamente alimentazione.
Ve la faccio breve, poi ci scriverò un post più lungo, ma più o meno la mia giornata tipo è stata questa:
Colazione
- granola senza zucchero
- yogurt greco 0% o yogurt di soia
- spremuta d’arancia

Pausa
- tisana o caffè senza zucchero
- 3 mandorle bio
- un frutto

Pranzo
- riso, quinoa o pasta integrale con verdure
oppure
- proteine (carne, pesce o legumi con verdure)

Merenda
- tisana
- yogurt 0% o yogurt di soia (se proprio sono affamata)
- un frutto
- 3 noci

Cena
- passato di verdure
- proteine e verdure

No frutta dopo cena.

Diciamo che questo è un tipo di alimentazione sana, non è certo punitiva, in cui si può abbondare con le quantità. Ho avuto fame raramente. Poi è chiaro che si può sgarrare ogni tanto ;)

Processed with VSCO with n1 preset

Attività fisica

Quello che mi è mancato in questo anno di dieta è l’attività fisica. Ne ho fatta poca e solo in modo saltuario. Non mi sono appassionata a nessuno sport, in generale lo sport non mi piace, non sento il bisogno di farne. Faccio sempre fatica.
Avevo bisogno di trovare una struttura adatta a me, che mi permettesse di fare dello sport senza troppe ansie, che capisse che il mio obiettivo è uno: dimagrire, ok, ma che non aspiro a fare la modella (anche perché sono troppo vecchia!), ho solo bisongo di stare meglio e riprendere il controllo del mio corpo. Voglio tornare in forma, fare qualcosa per me stessa, amarmi di nuovo e stare bene. Anche e soprattutto per un discorso di salute. Il sovrappeso non fa mai bene. MAI. Un conto è avere cinque chili in più, un conto è averne venti. Non è la stessa cosa. I venti chili in più devono essere combatutti.

La novità del 2018: Figurella

Proprio in linea con questo discorso ho deciso di iscrivermi in un centro Figurella. Lì le premesse sono esattamente quelle che cerco: dimagrisci dove serve con il movimento e l’alimentazione corretta. Ci sono diversi centri in tutta Italia, io ne ho scelto uno a Milano e inizierò il percorso tra un paio di giorni. Sono motivata, carica e credo davvero che loro mi possano dare un aiuto concreto, soprattutto perché tendo a perdermi per strada e con loro questo non può succedere, devi prendere degli appuntamenti e poi ci devi andare, punto.
Chiaramente il fatto di vedere subito dei risultati mi può aiutare a mantenermi concentrata, certo. Su questo conto moltissimo. Mi piace l’approccio, si parla di centimetri e non di chili. Sto iniziando a smettere di essere schiava della bilancia e sto imparando a osservare il mio corpo che cambia. Proprio lì dove deve cambiare. Con la dieta si possono ottenere ottimi risultati, siamo tutti d’accordo, ma poi è lo sport che si fa davvero la differenza.
Nel centro ci sono solo donne, ci sono persone magre, cicciotelle e in sovrappeso. Tutte sono lì per un unico obiettivo: quello di ritrovare la forma fisica a 360°. Non è solo una questione di peso e di taglia.
Ci sarà una nuova dieta da introdurre, che concorderò con la nutrizionista del centro, e delle nuove “regole” che vi racconterò strada facendo. Intanto buon anno a tutte noi, che sia davvero l’anno della rivoluzione!

#moniadieta

2 commenti

  1. Elena   •  

    La tua forza di volontà ti ha premiata.. Hai capito che era arrivato il momento giusto. Sei una donna vera e il tuo modo di approcciarti alla vita ti rende ancora più bella.

Rispondi a Paola Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>