A scuola di paella valenciana

unbiscottoalgiorno-paella-valenciana

Questa settimana sono stata a Valencia e chi mi segue su Instagram avrà già intuito che Valencia mi è leggermente piaciuta ;)

Tra le varie esperienze che ho fatto, ce n’è una in particolare che vi voglio raccontare: quella del corso di Paella Valenciana. La paella mi piace molto, ma l’avevo sempre mangiata solo di pesce. Ho scoperto invece a Valencia che la loro versione è completamente di terra e non c’è nemmeno un gamberetto!

Allora mi sono fidata, pur non essendo una grande amante della carne, e devo dire che  il risultato è stato davvero ottimo. Seguendo lo stesso metodo di preparazione si può fare anche una versione completamente vegetariana.
scuola-di-paella-valencia

Il corso inizia al Mercato Central di Valencia per comprare tutti gli ingredienti.

scuola-di-paella-valencia2

Una bella occasione anche per vedere con calma il Mercato Centrale che è davvero magnifico, oltretutto è più grande di quello di Madrid e moooolto più grande di quello di Barcellona. Qui ci sono circa 400 negozi tra cui scegliere. scuola-di-paella-valencia3

Per prima cosa bisogna scegliere un peperoncino rosso dolce e dello zafferano. Non è inusuale trovare ristoranti in cui il colore della paella sia troppo giallo o arancione, in quel caso significa che è stato aggiunto del colorante alimentare per risparmiare sullo zafferano, quindi fate attenzione :)

scuola-di-paella-valencia4

Dopo aver comprato pollo e coniglio (io alla fine ho fatto una versione senza coniglio perché non lo mangio) abbiamo scelto fagioli e fagiolini, quelli che vi mostro nella foto qui sopra. Esiste un corrispondente italiano? Io non ne ho idea, ma andrò presto dal fruttivendolo a cercarli per provare a rifare la paella a casa. scuola-di-paella-valencia5

Dopo il mercato si torna subito a scuola per iniziare la preparazione. Per prima cosa bisogna mettere la carne a cuocere con l’olio nella gigantesca pentola per la paella.

scuola-di-paella-valencia6

Appena la carne inizia a dorare bisogna spostarla sui lati e mettere al centro i fagiolini, poi spostare anche quelli e aggiungere i fagioli bianchi.

scuola-di-paella-valencia7

Praticamente questo è il sistema con cui si cucina la vera paella. Non si mettono insieme tutti gli ingredienti, ma un ingrediente alla volta al centro spostando gli altri ai lati.

scuola-di-paella-valencia8scuola-di-paella-valencia9

È importante aggiungere anche del pomodoro fresco grattugiato (tipo i cuore di bue, per intenderci), non la salsa, solo pomodoro fresco di ottima qualità.

scuola-di-paella-valencia10

Mischiare poi insieme tutti gli ingredienti.
scuola-di-paella-valencia12

Aggiungere tanta acqua, fino a coprire abbondantemente tutti gli ingredienti. scuola-di-paella-valencia13

Aggiungeree a questo punto anche lo zafferano. scuola-di-paella-valencia14

Lasciare cuocere per circa 40 minuti.

scuola-di-paella-valencia15

Aggiungere il riso al centro come nella foto e lasciare cuocere, senza girare, per una decina di minuti.

scuola-di-paella-valencia16

La paella sarà pronta quando il cucchiaio rimarrà in piedi al centro. Sì, proprio come nella foto qui sopra.

scuola-paella-valenciana-monica

Provate anche a mettere la pentola in verticale, non cadrà niente!

scuola-di-paella-valencia17

Non ci sono dosi nella paella, si fa tutto ad occhio. Quindi provate e provate oppure fate il corso come me alla scuola di Paella Valenciana a Valencia.

I corsi si tengono da lunedì a domenica dalle 10 alle 14 nel centro di Valencia.

Il corso comprende il giro al Mercato Centrale, il grembiule, la preparazione della paella, una degustazione di antipasti, vino, paella, dolce e vino. E il diploma di esperti di paella di cui vado molto fiera :) Il tutto costa € 50,00 e € 30,00 per i bambini.

Per iscrivervi dovete contattare VLC – Turismo Valencia www.visitvalencia.com

scuola-paella-valenciana

image_pdfimage_print

2 commenti

  1. Cris   •  

    Bellissima recensione e siccome fra qualche giorno saremo anche noi a Valencia volevamo provare l’esperienza ma visitando il sito abbiamo visto che ci sono due corsi uno la mattina che comprende il giro al mercato e uno la sera solo cucina. Quale consiglieresti?
    Grazie

    • Monica Papagna   •     Autore

      Ciao Cris,
      ti consiglio assolutamente quello che comprende anche il giro al mercato, è veramente carino capire bene quali sono gli ingredienti, anche perché poi in Italia non li ritroverai facilmente ;)
      Quando visiti il mercato da turista non ti fermi in nessuno dei negozietti dove invece ti fermerai con loro, sono proprio le attività locali, vale la pena!
      Fammi sapere poi come va ;)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>